"Mastica e sputa 
da una parte il miele 
mastica e sputa 
dall'altra la cera
mastica e sputa 
prima che metta neve.
Ho visto Nina volare 
tra le corde dell'altalena
un giorno la prenderò 
come fa il vento alla schiena."
(Fabrizio De André)

ITA:

Che si abbia o meno, la capacità di masticare delle fette di favo per ore, riuscendo a separare il miele dalla cera, solo il tempo è in grado di dirlo. Come per Matera.
Nel 2019 diventa capitale della cultura europea, con una presenza di 700 mila turisti al posto dei quasi 200 mila del 2010.
Vengono investiti 48 milioni di euro per la realizzazione del programma culturale e degli eventi. La città cambia pelle, dai negozi, alle attività, alle semplici case disabitate che danno vita a bed and breakfast e case vacanze. Nascono i primi supermarket orientali, viene risistemata la stazione centrale, che vera e propria stazione non è, perché a Matera il treno non è mai arrivato. Il futuro di questa città è Open, come recitano gli slogan sulle bandiere della festa, come a dire chi vivrà vedrà. Queste foto sono una documentazione del cambiamento e una descrizione ironica di come lo scenario per le strade cambia, tra la gente del luogo e gli oggetti, i turisti. Di come cambia da dentro, nelle attività nate per questo momento, nelle case. E' una sorta di esperimento sociale: Matera da docile città capoluogo di provincia sorniona e silente, si ritrova sotto i riflettori e al centro dell'attenzione di tutta Europa. 
Separare la cera dal miele, è riuscire a non perdere lo spirito di un luogo, la sua essenza, e a trasformare uno sviluppo improvviso ed enorme in investimenti e scelte giuste per il futuro. 
Nina vola ancora, sulla sua altalena arrugginita. E io non smetto di cercarla. E' lo spirito ed il volto di una donna, di una città. E' la passione che vola via dai muri di tufo mentre si sgretolano al vento della sera, è il geco immobile sotto le luci arancio dei lampioni, e' il silenzio assordante della gravina nei giorni d'estate. E' la luce ambrata dei pomeriggi di Marzo che squarcia le chiese e la cattedrale. E' amore, credo di questo si parli, alla fine dei conti.


ENG:


Whether you have or not, the ability to chew honey slices for hours, managing to separate the honey from the wax, only time can tell. As for Matera.
In 2019 it becomes the European Capital of culture, with a presence of 700 thousand tourists instead of the almost 200 thousand in 2010.
48 million euros are invested for the realization of the cultural program and events. The city changes its skin, from shops, to activities, to simple uninhabited houses that give life to bed and breakfasts and holiday homes. The first oriental supermarkets are born, the central station is rearranged, which is not a real station, because in Matera the train never arrived. The future of this city is 'Open', as the slogans on the flags of the party say, as to say 'Who will live will see'. These photos are a documentation of change and at the same time an ironic description of how the scenario for the streets changes, among the locals and the objects, the tourists. How it changes from within, in the activities born for this moment, in homes. It is a sort of social experiment: Matera as a docile capital city of the sly and silent province, finds itself in the spotlight and at the center of attention of all Europe. To separate wax from honey is to be able to not lose the spirit of a place, its essence, and to transform a sudden and enormous development into investments and right choices for the future.
Nina still flies on her rusty swing. And I don't stop looking for it.
It is the spirit and the face of a woman, of a city, of an idea. It is the passion that flies away from the walls of tuff as they crumble in the evening wind, it is the gecko standing motionless under the orange lights of the street lamps, it is the deafening silence of the ravine on summer days. It is the amber light of the March afternoons that pierces the churches and the cathedral.
It is love, I think this is what we talk about, at the end of the day.



video

You may also like

Back to Top